Rieti, una diciassettenne denuncia: violentata da un immigrato

La denuncia è di qualche ora fa.  E la squadra mobile della polizia sta già indagando per accertare le responsabilità . Il fatto sarebbe avvenuto a Rieti.  E si tratterebbe di un nuovo caso di violenza sessuale, stavolta denunciato da una ragazza 17enne, residente in provincia di Roma. Il fatto criminale  si sarebbe consumato intorno alle 19 di lunedì (l’ora è ancora approssimativa) in uno dei bagni della stazione ferroviaria del capoluogo Sabino. A rivolgersi alla polizia di Stato è stata la stessa minore. Sull’accaduto, riferisce una breve nota della questura di Rieti, indaga la Squadra Mobile che sta tentando proprio in queste ore di accertare il fatto e quindi identificare l’aggressore.

Violentata

Quest’uomo, stando sempre al racconto fornito agli inquirenti dalla ragazza, sarebbe un giovane immigrato di possibili origini indiane o pachistane. Secondo quanto avrebbe dichiarato la ragazza, l’aggressore, avrebbe avvicinato la giovane e, dopo un brevissimo colloquio, avrebbe iniziato a palpeggiarla trascinandola poi con forza nel bagno degli uomini. Le urla e l’opposizione strenua della ragazza avrebbero però messo in fuga il malintenzionato, anche se da quanto trapela dai primi accertamenti medici effettuati, sembrerebbe che il rapporto sessuale con la diciassettenne sia stato consumato. Insomma un nuovo gravissimo episodio che, se confermato, rinfocolerà certamente le polemiche sull’emergenza sicurezza nel capoluogo reatino e, in particolare, nella zona della stazione ferroviaria. Zona ove gli i fatti di vandalismo e violenza accertati negli ultimi anni hanno avuto un incremento esponenziale.