Renzi senza interprete da Obama: su Lo Porto non si sono capiti?

Nel faccia a faccia avuto alla Casa Bianca con Matteo Renzi, il presidente Barack Obama avrebbe parlato della probabile morte di Giovanni Lo Porto nel raid in Pakistan, ma il nostro presidente del Consiglio non avrebbe capito perché ha la presunzione di incontrare i capi di Stato di lingua inglese senza interpreti. La notizia ha del clamoroso e arriva dal sito di gossip Dagospia. Il sito di Roberto D’Agostino, che di scoop insospettabili ne ha racimolati parecchi nel corso dei suoi dieci anni di vita, sostiene che nonostante le prevedibili smentite, le sue fonti «sono a prova di bomba».

Renzi su Lo Porto non ha capito?

Scrive Dagospia: «E se fosse stato lui, l’anglo-fiorentino de noantri, a non capire una mazza di quello che Obama gli stava dicendo? Il dubbio serpeggia atroce negli ambienti diplomatici al di qua e, soprattutto, al di là dell’Oceano. Così tutti sono very, very, anzi extremely embarassed. E non da ieri. Il fatto gli è che il Pittiboy è convinto di saperlo bene, l’inglese. Anzi: benissimo, come dimostra il mitologico video su Meucci che spopola su youtube». Il dato, tuttavia è confermato: Renzi «non vuole saperne di avere interpreti nemmeno quando si trova a parlare (parlare?) con il presidente degli Stati Uniti. Da qui il disastro dell’altro giorno. Compresi gli strafalcioni lasciati, a futura memoria, sul libro degli ospiti della Casa Bianca».

Le dichiarazioni di Renzi sulla morte di Lo Porto

«Gli americani sono responsabili di quello che è accaduto, non c’è stato un blitz ma un drone, non era un blitz di cui gli Usa ci dovevano informare ma un errore tragico, drammatico. E gli americani ce l’hanno detto quando c’era la certezza di quanto accaduto, sono stati corretti». Nei giorni scorsi a Otto e mezzo Matteo Renzi ha difeso la correttezza degli Usa nella gestione delle informazioni sulla morte del cooperante italiano Giovanni Lo Porto. «La certezza che i due corpi fossero dei due cooperanti noi l’abbiamo avuta mercoledì e credo anche gli americani», ha precisato sulla notizia lanciata dal Nyt che Obama sapesse dell’uccisione dell’ostaggio italiano quando il premier italiano era a Washington. Ma il dubbio resta: se Obama gliel’avesse anticipato e Renzi non avesse capito? A sentire da come parla inglese il nostro presidente del Consiglio, la teoria è tutt’altro che peregrina.