Regionali, Salvini alla base leghista: «Senza alleanze non si vince»

«Da soli non avremmo mai vinto alla Regionali in Liguria, così come da soli non avremmo mai vinto in Umbria. In Liguria Forza Italia ha insistito per avere un suo candidato e da soli non avremmo mai vinto. In alleanza abbiamo qualche possibilità in più. Questo mi costa un sacrificio come Lega? Sì, però l’obiettivo generale viene prima del mio interesse particolare». Così Matteo Salvini intervenendo a Effetto Giorno su Radio 24, in merito alle critiche arrivate dalla base alla scelta di allearsi con Forza Italia. «In Toscana – prosegue Salvini – andiamo da soli, nelle Marche andiamo da soli, in Veneto Forza Italia ci sostiene ma Zaia vince tranquillamente anche da solo. Però mio dovere è unire, non dividere, quindi lo faccio anche se mi può costare».

Non solo Regionali: «La sinistra organizza gli sbarchi»

Salvini, a margine di un incontro elettorale a Treviso, non ha lesinato frecciate contro la sinistra, a cominciare dalla candidata Alessandra Moretti. «Non basta essere belle donne per governare una regione come il Veneto», ha ironizzato il segretario federale della Lega Nord. Poi, a una domanda sul flusso di migranti, Salvini ha detto di ritenere che sia «la sinistra a organizzare questo enorme traffico di esseri umani». «Penso – ha aggiunto – che le Boldrini e gli Alfano stiano creando i presupposti per uno scontro sociale molto pericoloso che la Lega sta cercando di arginare, di limitare in ogni maniera, invocando un intervento a monte per bloccare un’invasione che rischia di provocare lo scontro sociale». L’arrivo di migranti via mare, ha concluso, «penso sia voluto dalla sinistra per continuare a governare una società impaurita e disoccupata».