Poli Bortone, «non mi presto a nulla: sono al lavoro per riunire le forze»

Adriana Poli Bortone al lavoro per la riunificazione: questa la mission che continua a rivendicare con forza e convinzione l’esponente di Fratelli d’Italia, candidata da Forza Italia per la presidenza della Regione Puglia, contro il competitor sostenuto da Ncd, FdI e “ricostruttori” di Raffaele Fitto, Francesco Schittulli.

Poli Bortone, al lavoro per riunire le forze

«Io sono fra quelli che sta continuando a vedere se si riunisce il centrodestra. Vediamo se e come si arriva a una conclusione. Sono sempre dell’idea che lo si può e lo si deve fare in Puglia, perché non si può continuare ad andare dietro a chi trova sempre un pretesto per rompere il centrodestra». L’esponente di FdI interviene nel dibattito aperto dalla sua candidatura per cercare di placare le polemiche di questi giorni e dare vigore a significato e finalità della sua candidatura. Poi, entrando nel merito della questione inerente la causa della frattura nel centrodestra, Adriana Poli Bortone spiega che questa «è stata la richiesta quantitativamente troppo forte di presenze di espressione “fittiana” in Forza Italia, che non è stata accettata da FI e che è stata invece fortemente voluta dal professore Schittulli. Il che ha rappresentato l’elemento di rottura. Su questo si è spaccato il centrodestra». Una disamina attraverso la quale la candidata alla prossima consultazione regionale arriva a specificare anche che, in merito alla proposta di ticket Schittulli-Bortone, lanciata domenica scorsa da Fitto, è stato lo stesso «Fitto a collegare il ticket alla sua richiesta di mettere un certo numero di persone in Forza Italia. Io – ha aggiunto – non c’entro niente con la rottura e con chi sta continuando ad avallare la rottura, invece di lavorare per trovare una sintesi».

La replica a FdI

Non solo: risponendo alle dichiarazioni rilasciate in alcune interviste dalla presidente di FdI Giorgia Meloni, che nel ribadire che il partito continuerà a sostenere Schittulli ha anche sostenuto che, a sua detta, la Poli Bortone si starebbe prestando alla «operazione con cui Silvio Berlusconi vuole saldare i conti interni a FI», la candidata pugliese ha replicato lapidaria: «Io non mi presto a nulla. Io ho una visione talmente chiara del quadro politico che mi meraviglio del fatto che Fratelli d’Italia, partito da cui io non mi allontano fino a quando c’è An, potendo scegliere fra una alleanza politica con Forza Italia e Lega, che sono certamente espressione del centrodestra, preferisca invece allearsi con una forza dissidente locale di FI, e con una fetta di Nuovo Centrodestra che è al governo con Renzi».