Poli Bortone: io candidata in Puglia solo se Fratelli d’Italia è d’accordo

Forse c’è stata un po’ di fretta nell’annunciare il nome di Adriana Poli Bortone (FdI) come candidata del centrodestra in Puglia. Infatti l’interessata deve ancora parlarne con la lader del suo partito, Giorgia Meloni e lo ha specificato: “Se il mio partito me lo dovesse chiedere prenderei l’ipotesi in considerazione”. La senatrice è stata questa mattina candidata da Forza Italia, all’indomani della rottura degli azzurri che hanno scaricato il candidato governatore Francesco Schittulli il quale ha incassato invece il sostegno dei ‘ricostruttori’ di Raffaele Fitto. “Devo sentirmi col mio partito perché – spiega Poli Bortone – il mio partito fa gli accordi a livello nazionale con Berlusconi, con la Lega e con chi desidera farli. E quindi sentirò, insieme con loro, cosa pensano si possa fare in Puglia”.

Meloni: no alla candidatura se è divisiva

Anche Giorgia Meloni interviene sulla proposta degli azzurri: “La proposta di FI di candidare a presidente una nostra storica e apprezzata esponente quale Adriana Poli Bortone è motivo di orgoglio ma avrebbe significato solo se servisse a unificare tutta la coalizione. Se finisse con l’essere ulteriore motivo di divisione non sarebbe per noi possibile aderire a questa ipotesi”. Si attende ora la mossa di Fitto, mentre prende posizione la Lega affermando che al momento non si è chiuso alcun accordo sul nome di Poli Bortone.

Emiliano: Poli Bortone? Sarebbe un’avversaria tosta

Michele Emiliano, candidato del centrosinistra, ha a sua volta commentato la proposta: “Adriana Poli Bortone è una mia amica, politicamente un’avversaria dura, tostissima, so che non me le manderà a dire, ma so anche di avere in lei un’interlocutrice competente ed esperta. Questo equilibrerà la campagna elettorale”.