Nepal, ritrovato un bebè di 4 mesi ancora vivo. La foto commuove il mondo

Quando la vita è più forte di tutto. Mentre in Nepal continua la drammatica conta dei morti e dei dispersi impazzano sui social di tutto il mondo le immagini toccanti di un neonato di quattro mesi salvato dalle macerie dopo 22 interminabili ore. Gli scatti sono stati pubblicati da un giornale locale di Kathmandu (Kathmandutoday.com) che per primo ha dato la straordinaria notizia. Il neonato coperto di bianco per la polvere dei detriti ha gli occhi chiusi e un’espressione incredula.

Il pianto del neonato

I militari sulle prime hanno pensato che il piccolo fosse ormai morto, dopo i diversi tentativi di estrarlo andati a vuoto.  Poi il miracolo che riaccende la speranza. Alcune ore dopo, tornati sul posto, hanno sentito il bambino piangere e sono riusciti finalmente a riportarlo alla luce. Dai primi accertamenti medici sembrerebbero scongiurato il rischio di danni interni. L’immagine è già diventata la  foto simbolo del terremoto che ha devastato il Nepal, immagine di speranza di un Paese vittima di una tragedia inenarrabile.