Nelle Marche FI appoggia Spacca. In Liguria Toti riapre il dialogo con FdI

Siglato ad Ancona l’accordo fra Forza Italia e il governatore uscente delle Marche Gian Mario Spacca (ex Pd) a sostegno della sua ricandidatura per un terzo mandato. Forza Italia e Spacca, portato da Marche 2020-Ap, hanno firmato anche l’intesa sul documento politico-programmatico di legislatura. Ad annunciarlo è stato il coordinatore di Fi Remigio Ceroni.

 Accordo nelle Marche e in Liguria Toti lavora all’intesa

Dopo le Marche il nodo della Liguria. «Io credo che Fratelli d’Italia, che ha un forte radicamento nel centrodestra, non vorrà farsi sfuggire l’occasione di mandare a casa dieci anni di pessimo governo rosso. Ne stiamo parlando, ma credo e spero che prevarrà la ragionevolezza. Io sono ottimista», ha detto invece Giovanni Toti, candidato di Fi alle regionali in Liguria, in un’intervista al gr Rai. Poi il discorso si allarga al nodo Fitto: è dentro o o fuori Forza Italia? «Io non amo la parola “rottura” – ha detto il consigliere politico azzurro al gr Rai  – certo però che chi non accetta le decisioni del partito, le critica in modo strumentale, rifiuta di metterci la faccia come ho fatto io in Liguria, e invece si rifugia in giochini politici più distruttivi che costruttivi, si mette lui stesso fuori dal partito».

 Brunetta: a preoccuparsi dev’essere il centrosinistra

Polemica la dichiarazione di Renato Brunetta: «In vista delle regionali io mi preoccuperei per Renzi. In Liguria la candidata del Pd sta perdendo anche per quello che le sta succedendo dal punto di vista giudiziario. Nelle Marche l’ex presidente uscente del Pd si candida con il centrodestra. In Umbria la sinistra è debolissima, in Campania sta perdendo, nel Veneto sta perdendo».