È morto a Roma Renato Altissimo, ex segretario del Partito liberale italiano

Renato Altissimo, ex segretario del Partito Liberale italiano, deputato dal 1972 al 1994  e più volte ministro, è morto a Roma, all’ospedale Gemelli, dopo una lunga malattia. Nato nel 1940 a Portogruaro, laureato in Scienze politiche a Torino, con la famiglia ha posseduto a Moncalieri una fabbrica di fanali che lavorava nell’indotto Fiat. Esponente di spicco del Pli, è stato segretario del partito che fu di Malagodi dall’86 al 1993 nonchè ministro della Sanità nei governi Cossiga I, Spadolini e Fanfani e ministro dell’industria con Craxi. Imputato nel processo per la maxi tangente Enimont subì una condanna a otto mesi  per un finanziamento illecito di 200 milioni di lire che praticamente ne chiuse la carriera politica.