Miracolo in Nepal: estratto vivo dalle macerie cinque giorni dopo il sisma

Miracolo in Nepal, a cinque giorni dal devastante sisma: i soccorritori hanno estratto un sopravvissuto dalle macerie. Il superstite è un ragazzo di 15 anni che è stato trovato tra i resti di un palazzo di 7 piani di Kathmandu e per tirarlo fuori hanno lavorato durante la notte un team dell’Usaid affiancata da soccorsi nepalesi mentre molte persone erano in attesa. Appena estratto è scoppiato un applauso: il ragazzo, che era rimasto intrappolato tra due piani crollati, è stato portato via in barella, con il viso coperto di polvere.

Il bilancio del sisma in Nepal si aggrava

Sale intanto a 5.489 morti e 11.440 feriti il bilancio del devastante terremoto che sabato scorso ha colpito il Nepal. Lo rende noto la polizia. Almeno 19 le persone morte per la frana verificatasi sull’Everest in seguito al sisma. Altre 61 persone sono morte nei vicini India e Bangladesh, mentre la Cina parla di 25 morti in Tibet. Intanto una nuova replica di magnitudo 4.2 del terremoto che ha colpito sabato scorso il Nepal è stata registrata oggi nella regione di Kathmandu, senza che si registrassero ulteriori danni o vittime. Lo ha reso noto il Centro europeo sismologico mediterraneo (Esmc). La scossa, con epicentro a circa 74 chilometri a nord-ovest della capitale, è stata avvertita alle 6:22 locali. Secondo i media nepalesi, si tratta della 102/a scossa superiore a magnitudo 4 registrata dopo la più violenta di magnitudo 7.8.