Meloni: «Immigrazione, Renzi non sa neanche che cosa vuole la Ue»

«Renzi evidentemente non si è accorto della riunione a Lussemburgo del Consiglio dei ministri Ue di Esteri e Interni alla presenza degli ineffabili Alfano e Gentiloni. Perché in quella sede è stata approvata una risoluzione ben diversa da quella proposta da lui e dal suo governo che non prevede assolutamente nulla di quello che va a dire in giro Renzi: non dice nulla sui centri per le richieste di asilo in Africa e sulla revisione degli accordi di Dublino». È un passaggio dell’editoriale del presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, pubblicato sul sito www.fratelli-italia.it. «C’è scritto invece – prosegue – che l’ufficio europeo per i rifugiati potenzierà la sua attività in Italia e in Grecia, che tradotto significa che i richiedenti asilo rimangono tutti in Italia. E c’è scritto che verrà potenziata l’attività di riconoscimento degli immigrati e di raccoglimento delle impronte digitali degli immigrati. In parole semplici: l’Unione europea verifica che questi rifugiati rimangano in Italia. Quindi le ipotesi sono solo due: Alfano e Gentiloni sono andati in Europa come al solito a farsi turlupinare e non hanno capito che cosa stavano approvando. L’altra spiegazione è che lo hanno capito e in questo caso Renzi è venuto alla Camera a turlupinare gli italiani. In ogni caso hanno fatto come al solito una cosa molto diversa da quello che vanno raccontando».