Gaffe anti-Napoli della Littizzetto. E sul web parte la rivolta anti-canone Rai

La solita gaffe, ma stavolta una sua battuta non ha irritato solo qualche monaca di clausura ma un’intera città, Napoli. Quella frase di Luciana Littizzetto, durante il solito monologo da Fabio Fazio, oltre a non aver fatto ridere nessuno ha anche lasciato l’amaro in bocca perfino ai fans della comica torinese: «I vandali di Piazza di Spagna erano civilissimi olandesi, mica napoletani», ha detto la Littizzetto tornando sugli atti di vandalismo a Roma prima di Roma-Feyenoord, quando teppisti olandesi rovinarono la celebre fontana della Barcaccia. E sul web si è immediatamente scatenata la protesta di chi, non solo a Napoli, s’è sentito offeso da quel solito luogo comune. E in tanti hanno proposto, come legittima difesa, di non pagare il canone Rai per non contribuire allo stipendio della Luciana d’oro.

Una lunga serie di gaffe della Littizzetto

Luciana Littizzetto era reduce da un altro scivolone, due settimane fa, quando aveva irriso le suore di clausura che si erano precipitate per salutare il Papa in visita a Napoli: «Non si capisce se erano intorno al Papa perché non avevano mai visto un Papa o perché non avevano mai visto un uomo». Ed era arrivata la rezione, anche ironica, delle suore: «Ci dispiace che la signora Littizzetto, che abbiamo apprezzato in altre occasioni, abbia pensato che le “represse” monache di clausura stessero aspettando il Papa per abbracciare un uomo… Probabilmente per fare questo avremmo scelto un altro luogo e ben altri uomini… se avessimo voluto». L’anno scorso su Twitter e Facebook impazzò una polemica sul video di Littizzetto che prima di sottoporsi alla “doccia” di rito con un secchio d’acqua, aveva mostrato i suoi 100 euro da donare alla causa. Una cifra che molti considerarono “da tirchia”.