Il “tesoretto” di Renzi non esiste: il debito pubblico mai così alto

Mai così alto: il debito pubblico italiano tocca il massimo storico, arrivando a 2.169,2 miliardi. Il picco precedente risaliva al luglio del 2014, quando era a quota 2.167,7 miliardi. A rivelarlo è Bankitalia, che spiega come a febbraio di quest’anno il debito pubblico sia aumentato di 3,3 miliardi rispetto a gennaio. Una circostanza che sbugiarda ancora una volta gli annunci del premier Matteo Renzi e che, mentre si discute tanto di come utilizzarlo, mostra come anche il “tesoretto” del Def sia solo l’ennesima trovata propagandistica di Palazzo Chigi.

Quel gruzzolo «inesistente»

«Con tutto quello che ci sarebbe da fare e con le tasse da tagliare, il governo butta fumo negli occhi vantando un inesistente tesoretto. Perfino il Sole 24 Ore, nell’editoriale di Fabrizio Forquet, denuncia questa autentica vergogna. Renzi usa il tesoretto come “un’arma di distrazione di massa”. Soldi non ce ne sono», ha commentato Maurizio Gasparri, per il quale «qualora ci fossero andrebbero a coprire le tantissime urgenze che gravano sulla nostra economia». «Renzi – ha proseguito il senatore di Forza Italia – è un bugiardo, ci prende in giro. La pressione fiscale record in Italia non accenna a diminuire e, anzi, potrebbe salire con l’aumento dell’Iva. Non si assume, non si produce, non si cresce. Renzi – ha concluso Gasparri – vive in un mondo virtuale fatto di tweet e slide. Dà per scontato numeri che sono solo una previsione, un’astrazione».

«Sai dove puoi mettertelo il tesoretto?»

«Bankitalia: debito pubblico a 2.159 miliardi, +3,3%. Altro che tesoretto per la campagna per le regionali! Nessuna #svoltabuona. #cambiamoinsieme», ha scritto Giovanni Toti sul suo account Twitter, mentre Renato Brunetta ha rivolto un “appello” per il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan: «Qualcuno gli dica di smettere». «Tutti contro Padoan e il suo Def delle illusioni e dei miracoli», ha scritto, anche lui sul su Twitter, il capogruppo di Forza Italia, facendo riferimento all’editoriale del Sole 24 Ore e commentando «credibilità alle ortiche». È arrivato, invece, da facebook il commento piuttosto tranchant di Matteo Salvini: «Record per il debito pubblico italiano a 2.169 miliardi di euro! A febbraio più 3.3 miliardi di debito rispetto a gennaio. Bravo Renzi… Sai dove puoi mettertelo il tuo tesoretto???».