Attacco senza precedenti degli hacker dell’Isis: tv francese oscurata

Hacker legati all’Isis hanno oscurato per alcune ore social e trasmissioni dell’emittente francese Tv5 Monde. Firmandosi CyberCaliffato, gli hacker hanno condannato l’intervento militare francese e minacciato i familiari dei militari impegnati. contro il terrorismo islamico. Sulla prima pagina del profilo Facebook dell’emittente oscurata, è comparsa la scritta in campo nero “Je suIS IS”.

L’attacco degli hacker

Dalle 22 di mercoledì sera, come riferisce France Info, tutti i social network legati alla nota rete televisiva internazionale che trasmette programmi in lingua francese, sono stati inondati di messaggi di propaganda e slogan jihadisti Sono inoltre comparsi messaggi in cui gli hacker che si dicono sostenitori del Califfo si rivolgono direttamente al presidente francese Francois Hollande, accusandolo di aver mandato soldati francesi a combattere direttamente sul terreno contro l’Isis e dicendogli di aver commesso «un errore imperdonabile».
Vengono infine mostrati minacciosamente – riporta sempre France Info – documenti e carte d’identità presentati come appartenenti a familiari o persone vicine ai militari della Francia impegnati contro i jihadisti.

L’allarme del direttore

Un attacco senza precedenti. «Noi non siamo più in grado di trasmettere nessuno dei nostri canali. I nostri siti e i nostri social network non sono più sotto il nostro controllo e mandano tutti in onda rivendicazioni dell’Isis», ha dichiarato a caldo il direttore generale Yves Bigot. Dopo alcune ore di blackout l’azienda che ha subito l’aggressione degli hacker è stata in grado di ripristinare in modo parziale le trasmissioni televisive (intorno all’1 di notte). Bigot ha chiarito allarmato che i sistemi sono stati «pesantemente danneggiati da un attacco senza precedenti».

Danni enormi

Al canale francese serviranno giorni per tornare alla normalità. In queste ore sono in onda soltanto trasmissioni registrate. Per molte orr gli internauti che si trovavano sulle pagine Facebook e Twitter di TV5 Monde hanno visto comparire la scritta “Je suis ISIS” con la foto di profilo di un uomo mascherato con la kefiah, la bandiera nera di Daesch e l’iscrizione “CyberCaliffato”. Secondo il direttore generale di Tg5 Monde «un’operazione di pirataggio del genere ha avuto bisogno di settimane e settimane di preparazione». Su Twitter, la ministra della Cultura, Fleur Pellerin, ha espresso «tutto il sostegno e la solidarietà ai dipendenti della tv, vittime di un vero atto terroristico». Annick Girardn, sottosegretario allo Sviluppo e alla Francofonia, ha definito l’attacco hacker «disgustoso e vile».