Forza Italia, volano parole grosse. Bianconi a Toti: «Dici coglionerie»

Botta e risposta non tanto felpato. Scaramucce in Forza Italia tra il deputato fittiano di Maurizio Bianconi e il consigliere politico di Berlusconi Giovanni Toti. Il momento è delicato nel partito di Berlusconi, tanti i “mal di pancia” all’interno di un mondo che sta riflettendo sul futuro, sulle alleanze. L’addio di uno dei berlusconiani di stretta osservanza come Bondi, certo alimenta le discussioni. Intanto i nervosismi si palesano dai microfoni di Agorà «Toti fa la collezione di coglionerie», è la sortita di Bianconi.

Scintille Toti-Bianconi in Forza Italia

Il riferimento di Bianconi è diretto alla dichiarazione del consigliere politico di Silvio Berlusconi ed eurodeputato che dichiarazione di Giovanni Toti, eche ha definito il senatore poeta ed ex fedelissimo di Berlusconi «Vernice vecchia». Un giudizio bollato dal parlamentare fittiano una «coglioneria». E subito Toti non si lascia sfuggire l’assist polemico: «Bianconi – è la replica velenosa – è una delle facce del fallimento di una classe politica di Forza Italia, che ha campato sulle spalle di Berlusconi, facendo pessima amministrazione locale e amministrando pessimamente la regione che gli è stata affidata. Non voglio parlare di ricambio generazionale, perché ci sono persone che stanno da venti anni in Forza Italia e che meritano di restare. Ce ne sono altre che forse stanno da meno nel partito, come Maurizio Bianconi, che francamente non credo diano alcun valore aggiunto al nostro partito». E aggiunge il carico da undici a La telefonata di Belpietro, stigmatizzando il fatto che per correttezza Bondi dovrebbe dimetters da senatorei di Forza Italia.

Repetti: «Questo il livello del cerchio magico…»

Il botta e risposta continua, ma a ribattere a Toti è la senatrice Manuela Repetti, compagna di Bondi, che ha lasciato anche lei Forza Italia per passare al Gruppo Misto: «Toti avrebbe dovuto rivolgerci parole più rispettose. Questo livello di battute mette ancora più in rilievo la situazione di Forza Italia e il livello del cerchio magico che c’è nel partito», ha ribattuto ad  Agorà, su Rai3. «Ci sono cerchi magici e cerchi magici», ha osservato Repetti. Se il Pd ha «Delrio, Forza Italia ha Toti». Secondo la senatrice Repetti, il punto è che «Berlusconi ha fatto l’errore di delegare a persone che non hanno né l’autorevolezza, né il consenso del resto del partito. Purtroppo hanno preso piede approfittando del momento di difficoltà del presidente».