FdI e Lega contro Laura Boldrini: «Ignobile sarcasmo sui cristiani uccisi»

«È ignobile il sarcasmo del presidente della Camera, Laura Boldrini, nei confronti dei cristiani uccisi da dei fanatici islamici su un barcone diretto verso l’Italia. È vero, come sostiene la Boldrini, che con ogni probabilità i cristiani uccisi non hanno avuto modo di intavolare una “discussione teologica” con i loro carnefici. Un’opportunità che non hanno avuto nemmeno gli egiziani copti decapitati sulle coste libiche, i 148 studenti kenioti massacrati nell’Università di Garissa, le migliaia di cristiani uccisi in Nigeria da Boko Haram e le migliaia di cristiani deportati, torturati e ammazzati in Siria e in Iraq dall’Isis». Lo dice la leader di Fdi, Giorgia Meloni.

La posizione di Fratelli d’Italia su Laura Boldrini

«In compenso, è evidente a tutti che su quel barcone diretto in Italia, i cristiani sono stati uccisi in ragione della loro fede da parte di estremisti islamici che hanno la volontà di sterminare quelli che loro ritengono infedeli. È tale la ferocia ideologica del presidente Boldrini che, di fronte all’ennesimo massacro per motivi religiosi compiuto questa volta sotto i nostri occhi, non ha ancora reputato opportuno dire una sola parola di cordoglio per i cristiani gettati in mare e condannare chi lo ha fatto in nome dell’Islam. Tentare di ridurre quanto accaduto ad un semplice episodio di delinquenza comune – ha concluso Giorgia Meloni – è indegno, vergognoso ed è un insulto alle memoria delle vittime. A questo punto, non ci resta che prendere atto in modo definitivo dell’inadeguatezza di Laura Boldrini a rappresentare la Camera dei deputati e le Istituzioni italiane e ci auguriamo voglia avere la decenza di dimettersi».

Anche la Lega attacca Laura Boldrini

«Le affermazioni di Laura Boldrini sui cristiani uccisi in mare sono inqualificabili, inopportune e imbarazzanti. La sua difesa aprioristica e ideologica di assassini islamici è inquietante e pericolosa». Così il capogruppo leghista alla Camera Massimiliano Fedriga commenta le parole della Boldrini. «È inaccettabile che si faccia ironia sul sangue di cristiani uccisi, Boldrini tradisce la memoria delle 100mila vittime cristiane che ogni anno vengono uccise per la loro fede e manca di rispetto ai 500milioni di cristiani perseguitati nel mondo. Pensa forse che martiri come Shahzad Masih, sua moglie Shama e il figlio che portava in grembo – arsi vivi in una fornace in Pakistan perché accusati di blasfemia – abbiano prima discettato di teologia con i loro assassini? Evidentemente per Boldrini i cristiani sono morti di serie B e la loro barbara uccisione non merita condanne senza se e senza ma».