Cogne, resta ai domiciliari Anna Maria Franzoni

Torna sotto i riflettori la vicenda di Cogne. Il tribunale di Sorveglianza di Bologna ha prorogato la detenzione domiciliare per Anna Maria Franzoni, condannata per la morte del figlio Samuele, a Cogne il 30 gennaio 2002. Il tribunale avrebbe disposto la proroga del beneficio visto che la detenuta ha già scontato due terzi della pena. Franzoni ha infatti espiato per la sua difesa 6 anni e 11 mesi, cui si sommano 22 mesi di liberazione anticipata e il fine pena ad ora è previsto per il luglio 2019.Annamaria Franzoni non sarà in aula

Anna Maria Franzoni non era in aula

I legali si erano detti fiduciosi sull’esito della richiesta di proroga. Anna Maria Franzoni sta trascorrendo questo periodo di detenzione a casa “serenamente”. A raccontarlo è il suo avvocato, Paola Savio: “E’ entrata in un tran tran domestico che peraltro era quello che voleva. Quindi è contenta, segue i suoi figli, fa la mamma, cucina, lavora: insomma una persona normale”.