Berlusconi: non faccio comizi perché i terroristi dell’Isis vogliono uccidermi

«Sono tra gli obiettivi dell’Isis. In cima alla loro lista di bersagli». Sarebbe questa la motivazione con la quale Silvio Berlusconi avrebbe spiegato la sua decisione di non partecipare ai comizi, in quanto esposto ai pericoli di possibili attentati. Lo hanno riferito alcuni parlamentari di Forza Italia nel corso della riunione alla quale ha partecipato nel pomeriggio il premier, durante la quale l’ex premier ha fatto il punto politico col partito. «Ho visto un Berlusconi in grandissima forma, sempre sul pezzo , particolarmente puntuale nell’analisi a tutto campo dei singoli problemi», ha raccontato  il deputato di Forza Italia Francesco Paolo Sisto, a proposito della riunione del gruppo di Forza Italia alla Camera con Silvio Berlusconi. Quanto alla possibilità che in tema di immigrazione possa configurarsi un nuovo Nazareno, Sisto ha poi commentato: «Ben venga un “Nazareno” su temi specifici e così rilevanti come l’emergenza immigrazione: non si può non collaborare quando in ballo ci sono contemporaneamente vite umane, anche di tanti bambini, la sicurezza degli italiani, la qualità di vita di numerosi Comuni, che si trovano a dovere accogliere sempre più persone, con risorse economiche così scarse da rischiare il collasso», ha concluso Sisto.