Il web si infiamma per il marito tradito. Ma è solo una trovata pubblicitaria

Una intera pagina comprata sul Corriere della Sera e l’apertura di una pagina facebook. Ha deciso di sfogarsi così un marito tradito, la cui storia sta facendo il giro dei social, portando all’uomo migliaia di attestazioni di solidarietà: in appena un paio d’ore la pagina facebook “tuoexmarito” ha riscosso oltre 4mila “mi piace” e la foto dell’inserzione sul Corsera è stata condivisa quasi 180 volte. Ma c’è anche chi nutre dubbi sull’autenticità della notizia e mette in guardia rispetto all’ennesima possibile bufala del web: «Flash. Mi sa che la pagina su Corriere del marito cornuto è una trovata di Real time per pubblicizzare “Alta infedeltà”, che parte il 16 marzo. Mi sa. Se ho indovinato voglio un pesce rosso», ha scritto Selvaggia Lucarelli sul suo profilo facebook. Una tesi sposata anche da diversi esperti di comunicazione.

La lettera e la lista degli amanti

«Amore mio, per te avrei fatto di tutto, lo sai. E tu invece ti faresti tutti», è l’incipit della lettera pubblicata a pagamento dal quotidiano di via Solferino. «Dopo sette anni di matrimonio, voglio raccontare a tutti il tuo spregevole tradimento», si legge nel testo firmato Enzo. Enzo (o chi si nasconde dietro di lui) racconta di aver visto la moglie, Lucia, baciare un altro davanti una pasticceria, poi spiega di aver indagato e infine di aver scoperto «che c’era dell’altro ancora! E soprattutto, degli altri». Il presunto marito tradito elenca alcune circostanze delle scappatelle e dei diversi uomini con cui si sono consumate: l’avvocato, il personal trainer, il real_macho, scoperto tra i contatti spiati sul Pc. E poi «la becera storia che ti stai facendo ora, con tu sai chi. Vedo che ti sei trovata bene con i miei colleghi, se vuoi – scrive ancora Enzo – te ne presento altri».

«Ci rivediamo in tribunale»

Da qui dunque l’unico esito possibile: «Il nostro matrimonio è finito. Ti lascio», annuncia l’uomo, garantendo che «non tornerò indietro. Hai sbagliato tu e non mi vergogno a raccontare a tutta Italia la vita segreta della mia mogliettina perfetta». «Anzi, ho persino aperto una pagina facebook.com/tuoexmarito. Io e te ci vediamo in tribunale», è la conclusione che tira la volata per far diventare virale la storia. Un colpo da veri professionisti della comunicazione che fa pensare che, anche se manca ancora la conferma, Selvaggia Lucarelli quel pesciolino rosso l’abbia già vinto.