Varoufakis “stupido”. Nuovo incidente diplomatico tra Atene e Berlino

Atene e Berlino stentano a capirsi, anzi parlano proprio due lingue diverse. Il ministro delle finanze greco Yanis Varoufakis si offende per una frase del collega tedesco Wolfgang Schaeuble riportata dai media greci, e stavolta si procede per vie diplomatiche: con l’ambasciatore greco che protesta formalmente presso il ministero degli Esteri guidato da Frank-Walter Steinmeier. Il severo ministro di Angela Merkel replica: “Non l’ho assolutamente offeso. È un’assurdità”.

Varoufakis vittima di un malinteso?

All’origine di quello che, dopo le polemiche, sembra un malinteso, una frase riportata dai media greci, secondo cui Schaeuble avrebbe detto nei giorni scorsi a Bruxelles che Varoufakis sarebbe “stupidamente ingenuo nel comunicare”. Le parole non hanno trovato eco sulla stampa internazionale, e alla fine sono stati gli stessi media ellenici a chiedersi se non ci fosse un errore d’interpretazione. È il ministero delle finanze tedesco a chiarire che l’espressione di Schaeuble avesse in effetti il senso opposto: “Che lui (Varoufakis ndr.) adesso sia improvvisamente ingenuo in materia di comunicazione sarebbe per me una cosa nuova”, aveva detto il ministro secondo quanto ha spiegato il portavoce Frank Paul Weber. Intanto però la protesta greca è arrivata martedì sera. “In quanto ministro di un Paese nostro amico ed alleato – ha detto il portavoce del ministero degli Esteri Constantinos Koutras annunciando oggi la protesta – non può insultare in collega”.

Gaffe e smentite con Atene

L’incidente, non isolato – a Berlino nessuno sembra più troppo sorpreso di questo inseguirsi di gaffe e smentite con Atene, che tiene tutti assiduamente ‘impegnati’ e rende calde le relazioni bilaterali – arriva nei giorni in cui la Grecia ha rilanciato la rivendicazione delle riparazioni di guerra, di fronte alle quali il governo Merkel ha nuovamente fatto muro, ritenendo il caso chiuso. E anche oggi Varoufakis ha punzecchiato i tedeschi e la Bce. “In un incontro con Schaeuble – ha detto a una tv pubblica – lui mi ha detto che io avrei perso la fiducia del governo tedesco. Io ho risposto di non averla mai avuta, dal momento che faccio parte di un governo di estrema sinistra”.