Stalker di 91 anni a processo: voleva incontrarsi con una 14enne

L’aspettava all’uscita da scuola per proporle di incontrarsi nel pomeriggio. Ma l’aveva anche chiamata a casa e le aveva scritto una lettera. Protagonista di un caso di stalking su una ragazzina all’epoca dei fatti 14enne – dunque con l’aggravante della minore età – è un 91enne. L’anziano, che non ha mai smentito le circostanze, ha tuttavia negato ogni intento persecutorio.

 

La giustificazione dell’anziano

Secondo quanto riferito da alcuni quotidiani locali, il 91enne – difeso dall’avvocato Giovanni Battista Emaldi – ha semplicemente ricondotto il suo interesse per la ragazzina alla volontà di ricostruire il suo albero genealogico. La giovane l’aveva incontrata per la prima volta qualche anno fa accompagnando un nipote in una scuola media del ravennate. Non appena saputo il cognome di lei, l’anziano, appassionato di storia, si era fatto sotto a suo dire per delle ricerche sulla sua famiglia e le aveva regalato un libro scritto da lui. Aveva anche chiamato a casa dei genitori chiedendo della ragazzina senza però sortire l’effetto sperato; così le aveva infine scritto una lettera dove le proponeva ancora una volta di incontrarsi rammaricandosi del fatto di non averla più vista all’uscita da scuola da quando era passata dalle medie alle superiori. Il processo, iniziato ieri mattina davanti al giudice monocratico del Tribunale di Ravenna, è stato aggiornato a ottobre.