Ritrovata una statua romana trafugata. “A casa” anche un Picasso rubato

Una preziosa statua romana completamente integra risalente al II-III secolo d.C. è stata recuperata dai carabinieri dei Beni culturali nei dintorni di Roma. La statua, trafugata nel Lazio con uno scavo clandestino, stava per essere esportata. Si tratta di un’opera molto rara che raffigura il Dio Mitra nell’atto di uccidere il toro.

Una statua intatta e preziosa

Si tratterebbe di un reperto particolarmente raro e prezioso, per l’eccezionale integrità e per il soggetto rappresentato. Due esemplari simili si trovano al British Museum e ai Musei Vaticani. Il valore di stima partirebbe dagli 8 milioni di euro. Nel corso di una conferenza stampa al ministero dei Beni culturali e turismo sono state mostrate le opere recuperate.

Recuperato un Picasso

Durante le ricerche della Madonna con i Santi Giovanni Evangelista e Gregorio Taumaturgo, firmata dal Guercino e rubata dalla Chiesa di S. Vincenzo a Modena, i carabinieri hanno  sgominato una banda di 5 trafugatori modenesi.  A dirlo è il Generale Mariano Mossa del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale che annuncia l’importante recupero (oltre che del Mitra nei pressi di Roma) del Violin e Bouteille de Bass di Picasso e di una Veduta di Piazza S. Marco dall’attracco delle gondole di Luca Carlevarijs. «Sul Guercino stiamo ancora lavorando, così come su un’importante attività internazionale». Indagine in corso anche per i gioielli Castellani rubati il primo aprile 2013 dal Museo Nazionale Estrusco di Villa Giulia.