Renzi spieghi perché ha usato l’elicottero per tornare da Firenze

Novanta minuti impiega il treno da Firenze a Roma e se il presidente della Repubblica Sergio Matterella lo usa per effettuare questa tratta, perchè non può farlo anche il premier Renzi anziché usare l’elicottero di Stato?

Perché quell’elicottero?

La questione tiene ancora banco e una risposta si impone. Troppo stridente il contrasto e troppo evasive le risposte, anzi le non-risposte. Certo, è stata una gara continua e noiosa a sottolineare la sobrietà del Capo dello Stato Sergio Mattarella, da quando è salito al Colle. Ma il contrasto con il “bullismo” di Renzi  è tale che la domanda risuona ancora più insistente: Renzi, ci spieghi perché fai Roma-Firenze in elicottero di Stato? Una risposta non di circostanza sarebbe un atto dovuto da parte sua. Mattarella in visita a Scandicci per l’inaugurazione dei corsi della Scuola della magistratura, dopo l’aereo di linea Alitalia, è arrivato in treno e in tram al luogo dell’evento: solo nell’ultimo tratto, dalla fermata a Cestelpulci, è salito a bordo dell’auto blu, perché il protocollo lo imponeva.

Anche il Papa usa voli di linea…

Passando poi ad una figura ben più elevata, stupì tutti Papa Francesco quando optò per un volo di linea così come un comune passeggero. Prese un volo di linea Alitalia per andare alla Giornata mondiale della gioventù in Brasile, rinunciando al più lussuoso Boeing 777, velivolo di punta della flotta, su cui avrebbe avuto a disposizione anche un comodo letto. Lo stile Bergoglio si confermò ancora una volta. A volte usa persino la bicicletta. Lo stile di Renzi per contrasto è inelegante, ecccessivo, impermeabile ai “buoni esempi” che pure vengono sottolineati ed elogiati. Questione di stile, questone di carattere, questione di sensibilità. Comunque sia il premier una risposta deve pur fornirla. E credibile. Restiamo in attesa…