Rai Way, sospesa l’Opa. La Consob vuole vederci chiaro sull’offerta

L’opa di Ei Towers su Rai Ways viene messa in stand-by da Consob. La Commissione ha chiesto informazioni supplementari e ha comunicato, si legge in una nota, la sospensione dei termini istruttori (sarebbero 15 i giorni di calendario entro cui deve pronunciarsi sul documento di offerta). La società aveva annunciato lo scorso febbraio un’offerta pubblica d’acquisto e scambio per acquisire la totalità di Rai Way, attualmente controllata da Rai al 65%.

Nuovo stop per Rai Way

Mercoledì Mediaset aveva scoperto le carte sul piano per le torri tv: pur di entrare nella partita con la Rai si accontenterà anche di una quota di minoranza aprendo alle trattative. Ei Towers, la società del gruppo Berlusconi che nelle scorse settimane ha lanciato un’offerta per il 100%, infatti ha fatto sapere di essere di non escludere l’esistenza di “modalità alternative” per raggiungere i «benefici derivanti dal progetto industriale» di creare un polo unico delle torri tv con Rai Way , «anche nell’ipotesi di titolarità di una partecipazione di minoranza» nella controllata della Rai.

Mediaset scopre le carte

«Tuttavia l’individuazione di tali modalità alternative, che ad oggi non sono state considerate da Ei Towers, presuppone una valutazione congiunta con l’Emittente (cioè Rai Way, ndr) e il suo azionista di maggioranza (la Rai, ndr)», spiega ancora Ei Towers in una nota pubblicata su richiesta della Consob. La società del gruppo Mediaset, quindi, se pure contesta il Dpcm che fissa al 51% la quota pubblica di Rai Way e le prime osservazioni dell’Antitrust, si dice «disponibile ad avviare quanto prima un dialogo con Rai Way e Rai, al fine di illustrare e verificare il progetto industriale volto alla creazione di un operatore unico nazionale nell’auspicio che da detti incontri e approfondimenti, anche di natura tecnica, possa emergere un giudizio positivo sull’offerta».