Putin riappare in pubblico e scherza: “Ci si annoia senza pettegolezzi”

Putin non perde il gusto della battuta. Dopo la “misteriosa” assenza dalla scena politica, che aveva alimentato un vero e proprio tormentone, è ricomparso in pubblico. “Ci si annoia senza pettegolezzi”, ha dichiarato. E’ cosi’ che – a margine di un incontro con il leader kirghizo Almazbek Atambaiev a San Pietroburgo – il presidente russo Vladimir Putin ha commentato le svariate ipotesi sulla sua momentanea assenza dalla scena pubblica formulate da media e blogger.

Putin incontra il leader del Kirghizstan

Il presidente russo ha incontrato il leader kirghizo  per discutere del possibile ingresso del Kirghizstan nell’Unione economica eurasiatica. Lo ribadisce l’agenzia Tass. Il Cremlino fa sapere che l’incontro tra Putin e i leader di Bielorussia e Kazakhstan, inizialmente previsto per il 12-13 marzo e poi rinviato, si terra’ venerdi’ ad Astana. Secondo la tv Dozhd, la “misteriosa” assenza di Putin dalla scena pubblica sarebbe dovuta a un attacco influenzale e il leader russo avrebbe trascorso gli ultimi giorni nella sua residenza sul lago Valdai, nella regione di Novgorod.

Minacce alla figlia dell’ex sindaco Sobciak, di cui Putin era vice negli anni Novanta

Intanto, la presentatrice tv Xenia Sobciak, vicina all’opposizione, potrebbe “lasciare temporaneamente la Russia per motivi di sicurezza” su consiglio dei servizi segreti russi. Lo scrive il quotidiano Kommersant citando amici della donna che venerdi’ scorso hanno partecipato a una cena per l’uscita dell’ultimo numero della rivista “L’Officiel”, di cui Sobciak e’ direttrice. Xenia Sobciak, secondo il giornale Novaia Gazeta, sarebbe tra le persone nel mirino degli organizzatori del delitto Nemtsov assieme all’ex oligarca Mikhail Khodorkovski e al direttore di radio Eco di Mosca Alexiei Venediktov. La conduttrice – figlia dell’ex sindaco di San Pietroburgo Anatoli Sobciak, di cui Vladimir Putin era il vice negli anni Novanta – ha pero’ scritto su Twitter a questo riguardo che “gli amici hanno esagerato un po’”.