Il “Premio Tatarella” ad Antonio Polito. E per una sera gli ex An tornano uniti (Video e foto)

Un successo di pubblico e di contenuti che supera ogni più rosea aspettativa: il 1° “Premio Tatarella per il giornalismo politico”,  tenutosi a Roma, presso l’Open Colonna, ha visto la partecipazione di numerosi giornalisti, politici e semplici amici di Pinuccio Tatarella, il più grande esponente politico della destra meridionale, scomparso prematuramente nel 1999.
Il riconoscimento è andato ad Antonio Polito, nativo di Castellammare di Stabia, direttore del Corriere del Mezzogiorno, al quale è stato consegnato dal Presidente dell’Ordine dei giornalisti, Enzo Iacopino, un olio su tela del Maestro Gennaro Picinni.Mentre iI ricordo di Pinuccio è stato affidato a un pugliese d’eccezione come Michele Placido, che ha saputo unire con la sua sublime oratoria Sofocle e Cerignola, la passione per la cultura e le origini popolari che hanno guidato tutta la vita e l’impegno pubblico di Tatarella. L’evento, organizzato dalla Fondazione e dall’Associazione Giuseppe Tatarella insieme alla Fondazione Alleanza Nazionale, vuole diventare un appuntamento fisso della politica italiana e stimolare il dibattito, il dialogo e la produzione culturale all’interno del centrodestra italiano.

 

 Il video del Premio Tatarella

Per una sera gli ex An tornano tutti insieme. Niente polemiche, niente astio. Solo la voglia di ricordare la figura di Pinuccio Tatarella, compianto numero “uno bis” di Alleanza Nazionale scomparso nel 1999. A lui è intitolato il premio giornalistico che è stato assegnato al direttore del Corriere del Mezzogiorno Antonio Polito.
Alla cerimonia, svoltasi all’Open Colonna di Roma, hanno partecipato i familiari di Tatarella, il regista Michele Placido, molti ex An, tra cui Gianfranco Fini, e il ministro dell’Interno Angelino Alfano.

 

Ecco le foto dell’evento di giovedì 19 marzo all’Open Colonna di Roma.