Popolari, Davide Serra (il finanziere amico di Renzi) ascoltato dalla Consob

Davide Serra, il finanziere del fondo Algebris (amico di Renzi) stato ascoltato dalla Consob nell’ambito dell’indagine sul possibile abuso di informazioni privilegiate relative all’acquisto di quote in diversi istituti popolari. ”Posso dirle – ha detto  in un’intervista all’Ansa  Davide Serra uscendo – che siamo solo contenti che le autorità controllino tutto in maniera veloce e corretta”. L’audizione della Consob si inquadra negli accertamenti avviati dall’Autorità borsistica a seguito del varo del decreto sulle Popolari e agli accertamenti avviati sui titoli degli istituti. Lo stesso presidente Giuseppe Vegas, intervenendo in audizione in Parlamento, aveva parlato di operazioni anomale per 10 milioni su questi titoli e aveva annunciato che era stata avviata un’indagine con collaborazioni in 5 diversi Paesi. Davide Serra già le scorse settimane era intervenuto sul tema. Con interviste e Tweet aveva spiegato di aver venduto in un’unica operazione 5,2 milioni di azioni del Banco Popolare realizzando una perdita. Aveva poi smentito in modo deciso che nella sede di Algebris a Londra ci fosse stata una riunione ne’ prima ne’ dopo l’annuncio dell’intervento legislativo del governo sulle Popolari. Davide Serra è uscito dalla sede Consob sostenendosi con delle stampelle. Il finanziere era già stato convocato le settimane scorse dall’autorità guidata da Giuseppe Vegas ma, avendo avuto un grave incidente sugli sci, aveva inviato la documentazione medica e chiesto di posticipare l’incontro, che – come concordato – è avvenuto oggi.