Picchiata dai bulli in pieno giorno: vittima una ragazza di 13 anni

Picchiata dai bulli in strada due volte a distanza di pochi giorni. È accaduto a una ragazza di 13 anni a Velletri, vicino Roma. Al secondo episodio, la madre ha denunciato l’accaduto al commissariato di polizia di Velletri. Nel gruppetto anche due “bulle”, ragazzine minorenni, e un 20enne tutti denunciati.

Picchiata dai bulli in pieno giorno

La vittima è stata portata al pronto soccorso dove, dopo tutte le cure del caso, è stata giudicata guaribile in quindici giorni. A quanto ricostruito dagli investigatori, alla base delle due aggressioni ci sarebbero dei semplici pretesti. «Hai detto che mi volevi menare?», le avrebbero urlato mentre la picchiavano. E ancora: «Perché dici che mio figlio avrà dei problemi?», avrebbe aggiunto una delle minorenni denunciate incinta. Le aggressioni sono avvenute in pieno giorno nel paese.

La paura di una ritorsione

Il primo episodio non era stato denunciato per evitare ritorsioni. In quell’occasione la tredicenne era tornata a casa dopo essere stata aggredita dal gruppo di ragazzi e successivamente accompagnata dalla mamma al pronto soccorso, dove era stata giudicata guaribile in otto giorni. Ma la seconda volta, quando la madre l’ha soccorsa in strada ha deciso di rivolgersi alla polizia. La ragazzina è stata schiaffeggiata e presa a calci mentre era a terra. Il gruppo di giovani avrebbero aggredito verbalmente anche la madre che cercava di aiutarla.