Il Pd a Milano: Forza Nuova non può parlare al convegno sulle donne

E’ polemica in Regione Lombardia per un convegno sul ruolo della donna organizzato lunedì 16 marzo in una sala di Palazzo Pirelli dal consigliere del gruppo Misto-Fuxia People Maria Teresa Baldini, dove è previsto un intervento del segretario di Forza Nuova, Roberto Fiore. Il Partito democratico, con grande senso della democrazia, ha chiesto con una lettera al governatore Roberto Maroni di revocare l’uso della sala per l’incontro.
«La sede della Regione Lombardia non deve diventare palcoscenico per personaggi inquietanti come Roberto Fiore, un estremista di destra già indagato per banda armata e associazione sovversiva e latitante per dieci anni in Gran Bretagna», ha tuonato un certo signor Brambilla che sarebbe il capogruppo del Pd.

Forza Nuova: dal gender all’Isis, così si minaccia l’Europa

Obiettivo del convegno, dal titolo “La croce: un segno, un simbolo; Il ruolo della donna”, per Baldini è infatti parlare della presenza femminile nella società «a 360 gradi e riflettere di più, tenendo presenti le diverse realtà culturali».
Una pluralità di punti di vista che evidentemente il democratico Pd, accecato dall’odio per gli avversari politici, non accetta. Fiore interverrà con il contributo”Dal gender all’Isis, una strategia per la distruzione della Croce”.
«La battaglia dei popoli europei oggi – spiega Fiore – si attesta oggi contro le nuove minacce esterne dell’Isis» e «si rinnova contro le antiche minacce interne della sovversione relativista e laicista, la cui nuova frontiera si spinge verso la dissoluzione della famiglia, l’insinuazione nelle menti dei nostri bimbi del “generiamo” ed il ribaltamento dell’Ordine Naturale».
Tra i vari relatori anche il sessuologo Willy Pasini, il giornalista Francesco Borgonovo e Giuseppe Scalvini del Policlinico di Milano.