Non si fa interrogare dalla prof. E il bullo la “punisce” con le bastonate

Prima il bullo aveva preteso che una sua compagna di classe, alle scuole medie, si offrisse volontaria all’interrogazione per evitare di essere chimato lui dall’insegnante poi, di fronte al rifiuto – seppur non interrogato – si è vendicato sulla ragazzina sfogando tutta la sua rabbia all’uscita della scuola colpendola con un bastone ad una mano.

Il bullo colpisce la compagna di classe con un bastone

L’episodio di bullismo, avvenuto in un comune della provincia reggiana, ha visto i carabinieri segnalare un 14enne alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Bologna per il reato di lesioni. La ragazzina, ricorsa alle cure mediche, se la caverà con alcuni giorni di prognosi per la contusione a una mano. La giovane, all’uscita da scuola, è stata fermata dal 14enne lungo il tragitto verso casa: dopo averla spintonata, il compagno di classe – rivelatosi così un bullo – l’ha colpita con un bastone alla mano, arrabbiato perché si era rifiutata di offrirsi volontaria ad all’ interrogazione. Il giovane, come accertato dalle indagini dei Carabinieri – chiamati dai genitori della ragazzina – non era nuovo a atteggiamenti prepotenti nei confronti della compagna di scuola: in passato il 14enne ha preteso che la compagna gli passasse i compiti in classe e gli svolgesse i compiti a casa, oltre ad offenderla, anche con insulti pesanti, su un gruppo con più utenti creato su WhatsApp. Circostanza questa che ha visto il minore essere segnalato anche per il reato di ingiurie.