Un miliardo di dollari e sfumature rosa: Hillary pronta alla campagna elettorale

Hillary Clinton potrebbe sciogliere le riserve sulla sua candidatura già dal prossimo mese. Lo scrive il Wall Street Journal, citando stretti collaboratori dell’ex First Lady. La Clinton non aspetterà quindi l’estate come sostenuto finora per gettarsi ufficialmente nella corsa alla Casa Bianca, una decisione che le consentirà anche di iniziare da subito a raccogliere fondi per la campagna elettorale.

Obiettivo: un miliardo di dollari

L’obiettivo della Clinton, secondo alcune fonti, è quello di raccogliere almeno un miliardo di dollari, superando anche Obama che nel 2012 raccolse 716 milioni, ma molti democratici pensano che sia improbabile che raggiunga una cifra del genere, se aspetterà l’estate per correre. Senza un gruppo ufficialmente operativo, la futura campagna di Hillary potrebbe inoltre nel frattempo soffrire per i vari attacchi da parte dei repubblicani o per rivelazioni, come quelle recenti, secondo cui la Fondazione Clinton ha accettato milioni di dollari in donazioni da diversi governi stranieri, anche mentre l’ex first lady era segretario di Stato americano.

Hillary Clinton ora punta sul “rosa”

Tra le donazioni, una avrebbe violato il codice etico stabilito dall’amministrazione Obama che bloccava i contributi dei governi stranieri alla fondazione della famiglia Clinton durante la permanenza di Hillary al Dipartimento di stato. Hillary per ora non ha affrontato direttamente la questione. E secondo quanto scrive Cnn online, questa volta, al contrario della campagna del 2008, l’ex segretario di Stato sarebbe inoltre pronta a correre insistendo sul fatto che è donna e che questo rappresenta “un asset”, ritenendo che anche gli elettori la pensino allo stesso modo.