Migliaia di persone rendono omaggio alle spoglie di Riccardo III a Leicester

Migliaia di persone lunedì erano in coda per entrare nella cattedrale di Leicester, nel centro dell’Inghilterra, e rendere omaggio alla bara contenente i resti di re Riccardo III. Le autorità hanno dovuto chiedere ai tanti arrivati da tutto il mondo per l’ultimo tributo al Plantageneto, le cui ossa sono state ritrovate in un parcheggio della città inglese nel 2012, sul luogo dove anticamente c’era un monumento allo stesso Riccardo III di aspettare a mettersi in fila perché i tempi di attesa superano le quattro ore. È stato calcolato che circa 35mila persone domenica hanno seguito la processione del corteo funebre che ha attraversato il Leicestershire, partendo dal luogo della battaglia di Bosworth in cui il sovrano perse la vita nel 1485, circostanza che ha fatto di lui l’ultimo sovrano inglese a morire in battaglia. Il momento culminante delle cerimonie sarà giovedì prossimo, quando i resti di Riccardo III verranno sepolti in una nuova tomba costruita all’interno della cattedrale di Leicester. L’ultimo viaggio terreno di Riccardo III è iniziato domenica; ora il sovrano inglese che dopo più di 500 anni troverà quella degna sepoltura che gli era stata negata. Una solenne processione con la bara contenente i resti del Plantageneto si è svolta lungo le strade del Leicestershire, centro Inghilterra, fino alla cattedrale di Leicester dove giovedì verrà sepolta all’interno di una nuova tomba in pietra calcarea.

Riccardo III fu l’ultimo sovrano inglese a morire in battaglia

Migliaia di persone hanno salutato il passaggio del corteo funebre nella città inglese: un carro trainato da cavalli neri trasportava la bara in legno realizzata da un discendente di Riccardo III. Molti avevano con loro una rosa bianca, simbolo della casata York a cui il re apparteneva e che uscì sconfitta dalla Guerra delle Due Rose, vinta dai Lancaster. Uno dei momenti più importanti nella cerimonia è stata la processione a Bosworth, dove il sovrano venne sconfitto in battaglia nel 1485 e trovò la morte. Agli eventi ha preso parte il cardinale cattolico Vincent Nichols che ha tenuto un sermone nella cattedrale: Riccardo III, infatti, è morto da cattolico visto che solo dopo decenni sarebbe avvenuto lo scisma anglicano. La cerimonia del 26 marzo sarà invece officiata dall’arcivescovo di Canterbury e primate anglicano, Justin Welby. Un portavoce della cattedrale ha dichiarato ai media che la regina Elisabetta ha preparato un messaggio che verrà letto giovedì prossimo durante la cerimonia di sepoltura.