L’ex di Hollande nei guai: perizia psichiatrica per Valerie Trierweiler

Il legale di Mohamed Rizki, l’uomo schiaffeggiato in un bar di Parigi dall’ex di Hollande, chiede la perizia psichiatrica per Valerie Trierweiler, l’ex premiere dame. Ne dà notizia il quotidiano Le Parisien. Aggredito in pubblico dopo aver provocatoriamente chiesto alla Trierweiler, che non conosceva, «come sta François?» – con riferimento al suo rapporto chiuso con il presidente  – Rizki dà al giornale la sua versione dei fatti.

Ecco che fece l’ex di Hollande

«Ero a tavola con un amico – racconta – Valerie Trierweiler veniva verso di noi. Le ho semplicemente chiesto: “come sta François?”. Onestamente era una semplice domanda, senza doppi fini». Sufficiente, però, per mandare su tutte le furie la Trierweiler: «È venuta verso di noi gridando in modo molto aggressivo: “si deve scusare, si scusi! Si scusi!”. Era isterica, molto isterica. Mi ha schiaffeggiato e poi se n’è andata. Niente giustifica la violenza. Ha violato la mia integrità fisica, morale e la mia dignità di uomo».

«Chiediamo la perizia psichiatrica per Valerie Trierweiler»

Rizki afferma di aver «esitato» ma poi di essersi lasciato convincere dai suoi amici a sporgere denuncia, chiedendo «scuse pubbliche» alla ex premiere dame. Il suo legale, Emmanuel Marsigny, invece, va oltre: «Vista la reazione totalmente sproporzionata della signora Trierweiler, e tenuto conto di altri fatti violenti recenti (nell’ottobre 2014 se la prese con l’ex moglie del ministro Michel Sapin, sua amica), possiamo interrogarci sul suo stato di salute psichiatrico e sul suo livello di pericolosità. È un comportamento che, forse, esprime una patologia. E dal momento che la giustizia ci consente di farlo, chiederemo una perizia psichiatrica per Valerie Trierweiler».