Guerriglia a Roma: i rom aggrediscono i vigili con bastoni e bottiglie

Tensione alla periferia di Roma: i rom aggrediscono i vigili davanti al centro di accoglienza sgomberato dopo un incendio nell’area tra Tor Sapienza e La Rustica. I vigili urbani sono stati oggetto di un lancio di bastoni e bottiglie da alcuni nomadi.

I rom aggrediscono i vigili

«I nostri colleghi sono stati circondati e aggrediti». Questo il racconto dei vigili urbani sui momenti di tensione a Tor Sapienza con alcuni rom sgomberati dalla struttura inagibile per un incendio. Secondo la polizia municipale le tensioni sono nate quando è stato chiesto ai nomadi di spostare i furgoni per consentire l’accesso nel cortile della struttura. Alcuni nomadi, secondo i vigili, avrebbero insultato gli agenti, tra cui il vicecomandante Antonio Di Maggio. La tensione è salita quando, riferiscono i vigili, hanno fermato alcune persone che «istigavano la folla a rientrare nello stabile» e hanno tentato di farli salire nelle auto di servizio: «I colleghi sono stati circondati e aggrediti con scope, bastoni e bottiglie», spiegano i vigili. Un agente ha estratto una bomboletta spray al peperoncino spruzzandolo prima verso un nomade poi verso alcuni cani che gli erano stati aizzati contro.

Tra i fermati anche un quindicenne

Due i fermati e due i feriti per i disordini davanti al centro immigrati a Tor Sapienza-La Rustica interessato da un incendio. Tra i fermati, un minore di 15 anni. Due vigili, rimasti feriti, sono stati portati in ospedale. Inoltre lo spary al peperoncino usato dai vigili ha intossicato una bambina che è stata medicata dal personale di un’ambulanza.