È guerra sul logo di Forza Italia: Fitto potrebbe chiedere di vietarlo

Per Silvio Berlusconi si preannuncia un altro braccio di ferro in tribunale, oggetto del contendere è il logo di Forza Italia. Già, perché il “dissidente” Raffaele Fitto, pur di “difendersi” nel partito , sarebbe pronto a una guerra di carte bollate pur di inibire l’uso del logo Forza Italia alle regionali.

Battaglia sul logo di Forza Italia

Come riportato dal Corriere della Sera, Fitto potrebbe rivolgersi all’avvocato Pellegrino – noto legale pugliese di centrosinistra – per difendersi da quello che lui definisce l’assedio azzurro». La possibilità di una guerra sul logo è un’eventualità in un certo modo lasciata aperta dallo stesso Fitto, che parlando alla platea di Vibo Valentia, ha spiegato: «Qualora non ci fossero le condizioni per portare avanti la nostra battaglia, allora cercheremo di difenderci». ha fatto capire lo stesso europarlamentare. Possibile mai una “scalata giudiziaria” all’interno di Forza Italia? Possibile che Fitto metta in atto questa “minaccia”? Sempre secondo il Corriere, Fitto non vorrebe arrivare a questo punto, ma in attesa della stesura della lista per le regionali, tutto diventa possibile. Se i nomi dei fittiani venissero “epurati” dalle liste pugliesi degli azzurri, l’esponente dissidente sarebbe pronto a un’iniziativa giudiziaria. Il presupposto della possibile azione legale graviterebbe attorno allo statuto di Forza Italia, che per Fitto non verrebbe rispettato.