Grillo e Renzi pronti all’inciucio di potere: si comincia dalla Rai e poi…

Grillo e Renzi pronti all’inciucio di potere? Si direbbe proprio di sì, a giudicare dalle entusiastiche reazioni del Pd all’intervista di Grillo pubblicata dal Corriere della Sera. Intervengono qualificati esponenti di largo del Nazareno per cogliere al volo l’apertura espressa dal leader del M5S su tv pubblica e reddito di cittadinanza. Il primo a esternare è Roberto Speranza, capogruppo Pd a Montecitario. Pippo Civati è pronto, da parte sua, stappare le bottiglie di champagne.  Significativo il plauso di Laura Cantini, della Direzione Pd e componente della Commissione di Vigilanza Rai. Dunque si comincia dalla Rai e poi, male che vada per Renzi, il premier può accrescere il suo repertorio di maggioranze variabili per quanto in patricolare rigaurada la legge elettorale. C’è chi, come Vendola, coglie in questo scambio di amorosi sensi, l’opportunità di ritornare in gioco e sogna cambi di maggioranza in Parlamento. la manovra non sfugge a Lucio Malan di Forza Italia, che paventa una inedita lottizzazione della Rai. Tutta interna alla sinistra. Ma vediamo che cosa dicono…

Speranza: “Il Pd pronto al confronto con Grillo”

“Grillo cambia rotta? Se l’intervista di oggi è una vera inversione di linea e le parole del leader cinque stelle non sono mera propaganda, credo che il Pd debba essere pronto a confrontarsi nel merito delle questioni. Senza pregiudizi”. Così Roberto Speranza, interpellato in Transatlantico a Montecitorio.

Cantini: “Dalla Rai alla legge elettorale”

Ecco invece che cosa dice Laura Cantini: “Se Grillo sarà di parola, il dialogo con il M5S potrebbe produrre significativi miglioramenti nella vita parlamentare. Intanto sulla Rai le nostre posizioni sono vicine: via i partiti dalla gestione del servizio pubblico. Mi auguro che anche su scuola e legge elettorale sia possibile un confronto che eviti il ricorso all’ostruzionismo”  .

Civati: “Sono molto soddisfatto”

Chi gongola in modo sfrenato è Pippo Civati. “Se Grillo fosse sempre stato così sarebbe stata un’altra storia. Io sono molto soddisfatto di questa sua intervista. Finalmente ci si concentra su argomenti comprensibili senza tirarli in testa a nessuno.Se queste sono le condizioni è una buona giornata per la politica italiana”

Vendola: “Una nuova maggioranza possibile”

Questo è poi il sogno a occhi parti di Nichi Vendola: “Vogliamo la #Rai dei cittadini e non dei partiti o del governo? Vogliamo come in tutta Europa il reddito minimo che può essere una delle risposte contro la povertà e contro i ricatti? In Parlamento c’è una maggioranza possibile. Facciamolo. Ora”.

Malan: “La sinistra vuole farsi una tv su misura”

“Leggendo Grillo sul Corsera e la sua apertura al dialogo verso la riforma Rai di Matteo Renzi vien da pensare che i due si stiano preparando a un accordo segreto sulla spartizione del servizio pubblico. Non possiamo restare passivi di fronte al tentativo della sinistra di farsi una tv su misura  che strizzi l’occhio al populismo dei 5 Stelle”.