Gasparri e Matteoli: «Il 21 a Roma per la primavera del centrodestra»

«Il rilancio politico-programmatico di Forza Italia e del centrodestra sarà il tema di “Primavera italiana – Centrodestra, riprendiamoci il futuro” che si terrà sabato 21 marzo all’auditorium Antonianum di Roma. La manifestazione, organizzata dalle Fondazioni Italia Protagonista del senatore Maurizio Gasparri e “Libertà per il bene comune” del senatore Altero Matteoli, vuole con spirito costruttivo dare un operoso sostegno all’azione di Forza Italia, per far sì che il partito torni ad essere protagonista del dibattito politico e possa nuovamente governare il Paese con i valori che hanno da sempre rappresentato i nostri punti di riferimento». È quanto spiegano i parlamentari di Forza Italia in una lettera inviata ai quadri del partito. «Nonostante le difficoltà del centrodestra – scrivono Gasparri e Matteoli – constatiamo dai sondaggi che se saremo uniti possiamo essere competitivi. A maggior ragione ciò potrebbe avvenire se saremo in grado di far prevalere una coerente e costante iniziativa politica a dibattiti laceranti e autolesionisti».

Il testo della lettera indirizzata al centrodestra

«Lo scopo è molto chiaro – si legge nell’appello – far sì che Forza Italia e il centrodestra siano protagonisti del dibattito politico. Per far questo è necessario sollecitare e promuovere una più forte iniziativa politica, per dare prospettive in primo luogo ai nostri militanti ed elettori e in generale a tutta la pubblica opinione italiana. Lo spirito di questa iniziativa vuole essere costruttivo e di operoso sostegno all’azione del partito. La nostra esperienza e la nostra determinazione – prosegue la lettera – insieme all’impegno di tutti coloro che vorranno condividere con noi la giornata politica, dovranno rappresentare la certezza di poter tornare a governare il Paese con i valori che hanno da sempre rappresentato i nostri punti di riferimento. Nonostante le difficoltà che tutto il centrodestra ha incontrato in questi ultimi tempi e la posizione di apparente preminenza rivestita dal leader del centrosinistra, constatiamo dai sondaggi che se saremo uniti possiamo essere competitivi. A maggior ragione – concludono Gasparri e Matteoli – ciò potrebbe avvenire se saremo in grado di far prevalere una coerente e costante iniziativa politica a dibattiti laceranti e autolesionisti».