Francoforte, guerriglia sotto la Bce. Feriti, arresti e auto in fiamme

Bce sotto assedio. Scontri a Francoforte davanti alla nuova sede della Bce in occasione dell’inaugurazione. Dimostranti e militanti di Blockupy hanno dato alle fiamme auto della polizia durante una protesta contro le misure di austerità e il capitalismo. La polizia ha reso noto che un agente davanti alla sede della Bce è rimasto ferito da pietre lanciate dai dimostranti vicino al teatro dell’opera della città, l’Alte Oper.

Bce sotto assedio

Con il passare delle ore la situazione si fa più pesante: sarebbero sette le auto della polizia date alle fiamme, otto ufficiali feriti e circa 350 persone arrestate: è il bilancio, provvisorio, degli scontri per l’inaugurazione della nuova sede della Bce, blindata da barricate e filo spinato. I dimostranti, scrive la Bloomberg, sarebbero circa 10.000, riuniti sotto l’insegna di Blockupy e la sede della Banca centrale europea sotto assedio con tanto di barricate e filo spinato.

Idranti e filo spinato

La polizia di Francoforte sta usando gli idranti per tenere a bada le proteste contro la Bce: lo comunica il dipartimento di polizia su Twitter, spiegando che la misura è «necessaria a causa delle rivolte». La portavoce Claudia Rogalski ha riferito che ci sono «dimostratori pacifici e anche criminali» e che la polizia ha dispiegati oltre mezzo migliaio di agenti.

Italiani tra i manifestanti

Tra i militanti anti Bce protagonisti degli scontri ci sono anche molti attivisti italiani che la polizia avrebbe bloccato. La notizie è riportata da un tweed di Blockupy, l’organizzazione principale della protesta. «Molti attivisti italiani sono ora circondati in Uhlandstrasse – si legge nel cinguettìo in lingua tedesca – ma il mood è fantastico».