Francia al ballottaggio, tutti i numeri delle sfide del Front e dell’Ump

Domenica prossima Francia al ballottaggio delle amministrative. La Francia è divisa in 101 dipartimenti, ognuno dei quali è a sua volta diviso in cantoni o circoscrizioni elettorali (2.054). Ogni cantone elegge un binomio uomo-donna, per un totale di 4.108 consiglieri. Alla fine del primo turno 298 sono stati già eletti, ne restano da eleggere 3.810 domenica prossima al ballottaggio in 1.905 cantoni. Dopo il primo turno di domenica, al ballottaggio sono previste: una quadrangolare (scontro a 4 Ump-Ps-Fn-Diversi), 327 triangolari (Ump-Ps-Fn), 500 duelli Fn-Ump, 260 duelli Fn-Ps; oltre 800 saranno infine le sfide più tradizionali fra Ump e Ps.

Francia, la gauche in grande affanno

La destra dell’Ump dovrebbe riuscire a mantenere i circa 40 dipartimenti (sul totale di 101) in cui è già al governo ed è in buona posizione per conquistarne altri 15. La sinistra rischia di perdere uno dei suoi feudi storici, il Nord, ma anche la Seine-et-Marne, alle porte di Parigi, i Pirenei Atlantici, il Giura e l’Eure. In tutto, le previsioni dicono che la sconfitta potrebbe assestarsi attorno ai 15 dipartimenti ceduti. L’unico che la gauche potrebbe conquistare è la Lozere, nel sud, mentre dovrebbe riuscirne a conservare fra i 20 e i 30 di quelli che aveva. La segreta speranza nei corridoi del Partito socialista e del governo è di mantenerne 36 o 37. L’obiettivo è di poter dare ancora battaglia in Correze, la regione del presidente Francois Hollande, e nell’Essonne, alle porte di Parigi, feudo del primo ministro Manuel Valls.

L’avanzata del Front National a Sud e a Nord

Il Front National è in buona posizione per prendere la Vaucluse, nel sud, capoluogo Avignone, ma punta anche al Gard, all’Aisne, all’Oise e al Pas-de-Calais, nel nord.