Dolce e Gabbana, il coraggio di dire no ed essere controcorrente

Come medico ho sempre avuto il privilegio di poter conoscere l’animo vero delle persone. Mi sono sempre chiesto come mai quasi tutti i gay che conoscevo fossero di destra, nonostante il grande battage della sinistra per cercare di arruolarli nelle loro fila. Poi Dolce e Gabbana mi hanno spiegato il perché, con la semplicità della loro presa di posizione contro le adozioni di bambini da parte delle coppie omosessuali.

Il coraggio di Dolce e Gabbana

Molti gay hanno imparato a vivere controcorrente, fuori dagli schemi, ad avere anche coraggio nella loro solitudine. Ed il coraggio è virtù di destra, dalle Termopili in poi. Chi è gay è attratto dalla bellezza, possiede una sensibilità per l’estetica che noi non abbiamo ai loro livelli. Infatti tra di essi eccellono stilisti, artisti, architetti, chirurgo-plastici, pubblicitari, creativi di ogni genere; e la bellezza non appartiene alla sinistra, perché lo stile e l’estetica sono elitari, vanno oltre la massa. Le professioni in cui si distinguono sono libere, prevedono il rischio e la concorrenza. Ho visto tirar fuori le palle in situazioni difficili più da loro che da tanti conformisti, soprattutto di sinistra. Dolce e Gabbana hanno avuto coraggio, perché prevedevano il coro di reazioni che avrebbero suscitato dalle lobby liberal.

Continua a leggere su http://www.destra.it/dolce-gabbana-il-coraggio-di-dire-di-no/