Compagni che sbagliano (la mira): bottigliata mette ko il leader Bargellini

Tensione a Firenze fra le forze dell’ordine e un gruppo di manifestanti che protestavano contro il progetto di legge sull’edilizia residenziale pubblica. Ed è finita con una bottigliata in testa al proprio leader Lorenzo Bargellini lanciata per errore dai compagni.
Davanti alla sede del Consiglio regionale della Toscana, tra i manifestanti e lo schieramento di forze dell’ordine c’è stato un tafferuglio: i primi hanno lanciato bottiglie e fumogeni, gli altri hanno risposto con una carica di alleggerimento e qualche manganellata.
All’inizio il corteo si è fermato davanti al Consiglio regionale della Toscana e alcuni manifestanti hanno cercato di entrare nella sede “occupando” uno degli ingressi e, a spintoni, cercando di forzare il cancello, ma non ci sono riusciti. Dopo una breve trattativa per incontrare alcuni rappresentanti del Consiglio regionale, c’è stato lo scontro con le forze dell’ordine.

Vola per errore la bottigliata sulla testa di Lorenzo Bargellini

Lorenzo Bargellini, il leader fiorentino del Movimento lotta per la casa, è rimasto ferito durante la manifestazione a Firenze perché colpito da una bottiglia lanciata dagli stessi manifestanti. E’ quanto viene spiegato dalla questura, che è in possesso di alcuni filmati della scena. Dopo le tensioni con le forze dell’ordine, davanti alla sede del Consiglio regionale della Toscana, il corteo è proseguito senza ulteriori problemi e si è concluso in piazza della stazione. Durante il corteo sono stati lanciati fumogeni e sono state vergate alcune scritte sui muri. La tensione è cresciuta via via fino a quando è arrivata la bottigliata in testa a Bargellini, bottigliata lanciata dai suoi stessi compagni.