Blitz anticriminalità nel Torinese: 52 arresti per rapine, sequestri e spaccio

Una maxi-retata. Arrestate 52 persone nel Torinese per rapine e sequestri. I carabinieri del Nucleo Investigativo di Torino, in collaborazione con i militari dei reparti specializzati e di quelli territorialmente competenti, stanno eseguendo una serie di provvedimenti nei confronti di 52 affiliati a due gruppi criminali, non collegati tra di loro, responsabili di vari reati, tra cui sequestro di persona a scopo di rapina, traffico internazionale di droga, rapine, ricettazione e furti.

Due gruppi criminali: 52 arresti

Tra i reati contestati, ci sono anche sequestro di persona, traffico internazionale di droga, ricettazione e furti. Gli arrestati fanno parte di due gruppi criminali non collegati tra loro, ritenuti responsabili anche di 19 furti. Le indagini, partite alla fine del 2010, avevano già portato ad altri arresti di altre 59 persone. Gli arrestati fanno parte di due gruppi criminali non collegati tra loro, ritenuti responsabili anche di 19 furti. Dai sistemi di sorveglianza e dalle telecamere si sono evidenziate le immagini che hanno inchiodato i rapinatori: si vedono le reiterate minacce alle cassiere, pistola con il colpo in canna puntata, sotto gli occhi spaventati dei clienti.

70 chili di droga sequestrati

Nel corso della lunga operazione i militari dell’Arma hanno sequestrato 70 chili di droga, tra cocaina, marijuana, skunk, ecstasy e hashish. I gruppi criminali erano operativi principalmente nel capoluogo piemontese: i soldi delle rapine erano poi reinvestiti nell’acquisto di ingenti quantità di stupefacenti importata dall’Olanda. Lo spaccio avveniva a Settimo Torinese e zone limitrofe. Il bottino complessivo (tra rapine e spaccio) supera i 550 mila euro.