Addio al Biscione: Banca Mediolanum cambia logo. C’entra il caso Fininvest?

Finisce un’era in casa Mediolanum: il Biscione esce dal logo. Al suo posto ci sarà un cerchio blu, lo stesso tracciato in tutti gli spot dal presidente della banca, Ennio Doris. E proprio Doris ha dato l’annuncio del restyling, di fronte agli oltre 4mila family banker del gruppo, riuniti in convention a Pesaro.

Solo una questione grafica?

«Il vecchio logo al quale siamo affezionati era poco leggibile, mentre il cerchio è ormai per tutti simbolo della nostra banca», ha detto il vicepresidente del gruppo, Massimo Doris, chiarendo che oltre al logo Mediolanum ha rivisto anche la piattaforma dei servizi bancari. Graficamente il nuovo logo è costituito dalla scritta Mediolanum con la M cerchiata di azzurro e aperta verso la E.

Il contenzioso Bankitalia-Fininvest

«Il vecchio simbolo resta nel cuore», ha sottolineato ancora Doris, spiegando che il socio Silvio Berlusconi non era informato della novità e che «è pura coincidenza» il fatto che il cambio del marchio avvenga in una fase in cui Bankitalia ha imposto alla Fininvest di cedere buona parte della sua quota in Mediolanum. «Spero che il dottor Berlusconi resti azionista», ha aggiunto poi Doris, parlando del ricorso che Fininvest ha promosso al Tar del Lazio. «Quello che gli ho suggerito è “se puoi, non vendere”», ha raccontato ancora il presidente della banca, secondo il quale Mediolanum è «un investimento che darà soddisfazione in futuro». «Aspettiamo la decisione sia di Bankitalia sia della magistratura e ci adegueremo, spero ce lo dicano rapidamente, anche se dopo la decisione del Tar sia Fininvest sia Bankitalia potrebbero fare ricorso al Consiglio di Stato allungando così i tempi».