La storia di un giovane: va via da Londra e diventa miliziano contro l’Isis

Una storia particolare, diversa dalle altre. Un giovane dipendente della City di Londra si è trasformato in un coraggioso miliziano che combatte coi curdi contro l’Isis. Il 28enne Macer Gifford ha lasciato poco prima di Natale un lavoro ben pagato nella capitale britannica per partire volontario alla volta del Medio Oriente.

Passo dopo passo, è diventato miliziano

Aveva detto ai suoi genitori, una famiglia agiata che gli aveva assicurato gli studi nelle scuole migliori, che sarebbe andato per qualche tempo in Turchia. Macer era invece intenzionato a imbracciare il kalashnikov per combattere la causa curda. «Ho lasciato la mia famiglia e una vita tranquilla in Gran Bretagna per rischiare di affrontare la morte più terribile nelle mani dell’Isis», ha spiegato al Mail Online. Nel passato di Clifford c’è stato anche l’attivismo politico fra le file dei Tory. Ora secondo il volontario la più grande minaccia è rappresentata dai jihadisti dell’Isis e, come spiega ancora, sono stati proprio i curdi fra i primi ad affrontarli. È molto critico nei confronti del premier David Cameron che «dovrebbe fare molto di più» per aiutare militarmente il conflitto contro lo Stato islamico. Macer si prepara anche al peggio: «Se l’Isis mi dovesse prendere prigioniero ho sempre pronta con me una granata in tasca, li porterò via con me».