Sondaggio Swg: FI raggiunge Grillo. Sondaggio Ixè: Salvini incalza Grillo

Due sondaggi, due letture diverse. Il quadro politico è molto complesso e quindi anche le rilevazioni di importanti istituti demoscopici ne risentono. L’elettorato guarda con attenzione l’evolversi della situazione e dà le risposte a seconda delle ultime prese di posizione dei partiti e dei loro leader, come dimostra ogni sondaggio. Il mosaico è di conseguenza soggetto a variazioni continue. È quanto si deduce dai dati diffusi da Swg e Ixè. Il Pd varia attorno al 40 per cento, mentre contrastanti sono le cifre delle forze maggiori che lo contrastano.

Il sondaggio Swg

I democratici di Renzi risultano in crescita (40,2%), così com’è in crescita anche Forza Italia (16,1%), che – grazie anche a una perdita di consensi del movimento di Grillo – raggiunge il Movimento Cinque Stelle (16.8) in seconda posizione. Salvini è dato invece in flessione (12,3), alle spalle del partito di Berlusconi, staccato di ben quattro punti. L’istituto ha anche chiesto a un campione di elettori di centrodestra se fosse dalla parte di Berlusconi o Fitto: il 43% si schiera con il leader di Forza Italia, mentre solo il 15 con l’esponente pugliese. Ben il 30% afferma di non stare con nessuno dei due, mentre il 12 per cento non si esprime. Questo il quadro complessivo delle intenzioni di voto (tra parentesi il risultato della scorsa settimana). Fratelli d’Italia è al 2,4.

Il sondaggio Ixè

Balzo in avanti di Pd e Lega Nord, flessione per M5S e Forza Italia. Secondo le intenzioni di voto di Ixè, in esclusiva per Agorà (Raitre), il Partito democratico guadagna lo 0,7%, mentre supera la soglia del 14% la Lega Nord (da 13,8% al 14,2%). Registrano invece un calo dello 0,4% sia il Movimento 5 Stelle sia Forza Italia. Continua a crescere, intanto, il dato sull’affluenza alle urne, che in una settimana passa dal 60,5% al 61,2%. Questo il quadro delle intenzioni di voto (tra parentesi la variazione rispetto alla settimana precedente): Pd 38,5% (+0,7). – M5s 18,3% (-0,4). – Lega Nord 14,2% (+0,4). – Fi 12,6% (-0,4). – Sel 3,7% (+0,1). – Fratelli d’Italia 2,9% ( = ). – Ncd 2,7% (-0,3). – Prc 1,1% ( = ). – Udc 0,7% (-0,2). – Verdi 0,7% (+0,2). – Sc 0,3% (+0,1).