Saluti romani in Aula: provocazione del Fdg contro il nuovo logo di Roma

Volantini lanciati per aria, il grido «mercenari» e la provocazione dei saluti romani. È stata una seduta un po’ movimentata quella in cui, in Aula Giulio Cesare, un gruppo di ragazzi si è presentato per protestare contro il nuovo logo del Comune di Roma, lo scudo sovrastato da palline con la scritta «RoMe&You» che tante perplessità ha suscitato nell’opinione pubblica.

Saluti romani contro un «logo banale»

«Ci opponiamo fortemente alla sostituzione del simbolo storico di Roma», si leggeva sui volantini firmati Fronte della Gioventù, nei quali si spiegava che «riteniamo che la mentalità politicamente corretta del sindaco Marino e della sua giunta non potrà mai infangare l’orgoglio romano con un simbolo squallido, banale e progressista, che cancella anni e anni di storia. Il simbolo scudato con croce Spqr rappresenta le nostre radici, la nostra cultura e la nostra tradizione».

Seduta sospesa e identificazioni

Vigili e commessi sono intervenuti per fermare la protesta e la presidente dell’assemblea capitolina Valeria Baglio, prima di interrompere la seduta per alcuni minuti, ha chiesto di procedere all’identificazione di «tutte le persone che hanno fatto il saluto fascista in Aula Giulio Cesare».