La Saltamartini: niente scherzi sulle partite Iva, Renzi non faccia il furbo

«Le promesse fatte si mantengono e al premier Renzi chiediamo di lasciare da parte la politica degli annunci, intervenendo velocemente per sanare l’errore commesso e riconosciuto sulle partite Iva». A dichiararlo, in una nota, è Barbara Saltamartini, prima firmataria dell’emendamento relativo alle partite Iva.

Saltamartini contro Renzi

«Il premier – prosegue – ha la soluzione davanti agli occhi: nel decreto Milleproroghe, attualmente in discussione alla Camera, compaiono due emendamenti, da me presentati e sottoscritti da molti altri gruppi parlamentari. Il primo chiede il congelamento dei contributi previdenziali alla gestione separata Inps, l’altro il ritorno al regime dei minimi previsto prima della Legge di Stabilità. Per noi – conclude – la partita non è chiusa fino a quando alle promesse fatte dal governo non seguiranno i fatti. Per questo motivo, per far sentire la nostra voce, aderisco anche io al “tweetbombing” promosso da Confassociazioni, Acta e Alta partecipazione usando l’hashtag #Paroladilupetto».