Quel sondaggio che fa sorridere Cameron

Se David Cameron avesse scritto di suo pugno i numeri dell’ultimo sondaggio ICM per il Guardian (non proprio un quotidiano d’area conservatrice), probabilmente non si sarebbe lasciato andare ad esiti così incoraggianti per i suoi Tories. Nel suo survey mensile per il quotidiano diretto da Alan Rusbridger, ICM assegna ai Conservatori un vantaggio rispetto ai laburisti di ben quattro punti: un ribaltamento totale rispetto al meno tre fatto registrare solo trenta giorni fa.

I Tories passano in quattro settimane dal 30 al 36%, mentre il partito di Ed Miliband ferma la sua ascesa e arretra di un punto, al 32%. I due blocchi principali sembrano iniziare a spartirsi il consenso volatile fatto registrare in questi mesi dai partiti minori. Perdono due punti percentuali entrambi i contendenti interni di Cameron e Miliband: a destra dei Conservatori l’Ukip passa dall’11 al 9%; mentre a sinistra del Labour Party, i Verdi scivolano dal 9 al 7%. Stabili al 10% gli alleati di governo di Cameron, i LibDem di Nick Clegg.

Continua a leggere l’articolo su http://rightnation.it/2015/02/18/quel-sondaggio-che-fa-sorridere-cameron/