Per questa lite in diretta il Pd vuole cacciare Giletti dalla Rai (video)

«Io non lavoro per lei che ruba due vitalizi…». Il video di Massimo Giletti che manda al diavolo Mario Capanna, storico parlamentare dell’estrema sinistra italiana, è diventato un caso politico e il Pd ha già pronta la vendetta. «La rissa cui hanno assistito i telespettatori nel pomeriggio domenicale di Raiuno, con il conduttore Massimo Giletti che prende a male parole l’ospite Mario Capanna e lancia per terra il suo libro, corrisponde all’idea di servizio pubblico per famiglie che hanno i vertici Rai? È opportuno che il direttore generale chiarisca, visto che il servizio pubblico è pagato con quasi 2 miliardi di euro dei cittadini. Proporrò all’ufficio di presidenza della Vigilanza di ascoltarlo». Lo dichiara il deputato del Partito democratico e segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi, in merito all’episodio che ha visto il conduttore de L’Arena attaccare l’ex leader di Democrazia proletaria per il vitalizio di 5 mila euro al mese percepito da ex parlamentare e venire a sua volta criticato per lo stipendio di 333 mila euro annui (cifra riferita dallo stesso Giletti) percepito dalla Rai. «La domenica pomeriggio di Raiuno, – spiega Anzaldi – rete ammiraglia Rai da sempre demandata ad un ruolo di equilibrio adatto alle famiglie, è diventata una arena di nome e di fatto. È opportuno che conduttori strapagati si azzuffino con gli ospiti mentre si parla di super-stipendi?».

GUARDA IL VIDEO DELLA LITE TRA GILETTI E CAPANNA

Santanché in difesa di Giletti

«Leggo che ora il Pd vorrebbe decidere conduttori e contenuti delle trasmissioni Rai. La richiesta del deputato Michele Anzaldi di portare Massimo Giletti, reo di aver discusso animatamente con Mario Capanna durante la trasmissione L’Arena, davanti al giurì della commissione di vigilanza è l’ennesimo abuso del regime rendiamo». Lo dichiara Daniela Santanché (Forza Italia). «Semmai è Capanna che andrebbe giudicato, non da un giurì ma dagli italiani, per aver fatto ricorso contro il legittimo taglio del suo ricco vitalizio – prosegue -. E per volere fare pubblicità al suo inutile libro a spese di chi paga il canone senza voler rispondere alle domande di un giornalista libero e indipendente. La politica, e Renzi, stiano fuori dalla Rai e bene ha fatto Massimo Giletti a incalzare a modo suo un ex politico ipocrita e furbetto».