Nuova violenza a Roma: aggrediscono una coppia, in manette quattro giovani

Nuovo episodio di violenza. Hanno avvicinato con la scusa di una sigaretta una coppia di fidanzati che camminava nel centro storico di Roma e alla risposta negativa l’hanno aggredita a calci e pugni. È accaduto a Largo di Torre Argentina. La banda è stata presa poco dopo dai carabinieri del Comando piazza Venezia che hanno arrestato due giovani di 18 e 20 anni di Fiumicino e Ostia, con precedenti, e denunciato i loro quattro complici minorenni, tra cui due ragazzine, tra i 15 e i 17 anni, con l’accusa di lesioni personali aggravate in concorso.

La ricostruzione dei fatti

A quanto ricostruito, poco prima avevano aggredito la coppia probabilmente con lo scopo di commettere una rapina. Hanno accerchiato i fidanzati colpendoli con calci e pugni. Anche le minorenni avrebbero partecipato all’aggressione. A soccorrere le vittime alcuni amici, poco distanti, che hanno sentito le urla e contattato il 112. I militari hanno fermato subito due minorenni, mentre gli altri complici sono stati individuati a bordo di un bus di linea partito da piazza Venezia e diretto alla Stazione Termini. Il ragazzo aggredito è stato portato al pronto soccorso dell’ospedale Santo Spirito dove gli sono state diagnosticate lesioni guaribili in 7 giorni. Solo tanto spavento, invece, per la sua fidanzata. Le vittime e i testimoni hanno riconosciuti tutti i fermati. I due maggiorenni sono stati trattenuti in caserma. I quattro minorenni, invece, sono stati affidati ai rispettivi genitori.