Cosa Nostra: indagato il numero uno degli imprenditori siciliani

In odore di Cosa Nostra il capo degli imprenditori siciliani? Stando alle indiscrezioni pubblicate da La Repubblica, il presidente degli imprenditori siciliani, Antonello Montante, sarebbe sotto inchiesta per reati di mafia da parte della Procura di Caltanissetta.  Nei confronti di Montante, che è anche delegato per la Legalità di Confindustria, vi sarebbero le dichiarazioni di alcuni pentiti. A suo carico, sempre secondo il quotidiano di piazza Indipendenza, ci sarebbe anche un’altra inchiesta su Cosa Nostra a Catania scaturita da una denuncia. Antonello Montante, 52 anni, originario di Serradifalco (Caltanissetta), è titolare dell’omonima fabbrica di biciclette fondata negli anni ’20. Insieme al suo predecessore Ivan Lo Bello, l’imprenditore è stato tra gli artefici del codice etico e della svolta anti racket di Confindustria. Montante, che è anche presidente della Camera di Commercio di Caltanissetta, il 20 gennaio scorso è stato infine designato – su proposta del ministro dell’Interno Angelino Alfano – componente dell’Agenzia nazionale per i beni confiscati.